Fragments of the everyday - June 2024

Immagini come approssimazioni difettose del quotidiano.

Images comme des approximations imparfaites du quotidien.

Images as flawed approximations of the everyday.

 

Mantenere alto il morale e resistere al senso d'impotenza è una sfida quotidiana di fronte ai continui bombardamenti e al genocidio in corso nella Striscia di Gaza. Alla fine di maggio, nonostante tutto, la gente è ancora scesa in strada per manifestare. Oggi, con tante questioni irrisolte, tra cui la repressione interna, la fatica e lo scoraggiamento iniziano a farsi sentire. Il grande manifesto nella seconda foto è un appello al boicottaggio, una delle poche armi rimaste a disposizione di coloro che cercano di fare pressione e di opporsi a ciò che sta accadendo.

Quando mi chiedono perché vivo a Tunisi, rispondo scherzosamente che è anche un po' colpa loro. Dopo gli attentati del 2015, le navi da crociera hanno evitato il paese, e Cagliari è diventata una nuova destinazione. I cambiamenti che la città ha subito, in parte a causa del turismo e della gentrificazione, mi hanno spinto ad andarmene. La seconda immagine mostra il TGM (Tunisi-La Goletta-La Marsa), un treno che collega il centro di Tunisi a La Marsa. La linea ferroviaria è la prima in Tunisia. Prima del protettorato francese, fu rimodernata dalla Società di Navigazione Rubattino di Genova, che gestiva anche la linea marittima Genova-Cagliari-Tunisi dal 1851. Oggi, sebbene funzionante, la linea ha bisogno di essere aggiornata e viaggiare su di essa è una sfida quotidiana per molti tunisini.

Pannelli e gigantografie promettono l'ascensione sociale grazie l'istruzione. Le università canadesi, statunitensi, francesi, e Italiane...; Delle agenzie private promettono di facilitare l'emigrazione: la burocrazia, lo studio della lingua. È uno dei modi in cui il Sud si svuota. Dall'altra parte della strada un pannello scritto con caratteri di altri tempi ci racconta la lunga storia degli spostamenti nel mediterraneo. La società ha chiuso da alcuni anni, e sarebbe interessante ricostruire la storia familiare dietro quel cognome.

Scroll to top